Eventi e Manifestazioni

Di seguito il calendario dei prossimi eventi e manifestazioni a Soncino.
Puoi consultare l'archivio delle manifestazioni passate cliccando qui.
KARL EVER - Piero Un'alchimia senza oro
4 - 27 OTTOBRE 2019
KARL EVER - Piero Un'alchimia senza oro

Piero Un'alchimia senza oro -  Infanzia e prima giovinezza di Piero Manzoni

tradotte in mito dalla pittura di Karl Evver

Occorreva un artista eterodosso come Karl Evver per rompere l'antica, sterile dicotomia tra avanguardia e tradizione e tentare un avvicinamento pittorico alla figura di Piero Manzoni totalmente libero da schematismi storici e algidi riti concettuali.

Attraverso le 11 opere del ciclo ci appare, come in una sorta di mito affettuoso e corroso, la vita di un bambino e poi di un giovinetto che nel proprio futuro intravedeva un'immensa libertà. Ed è la qualità intrinsecamente umanistica, non ideologica della pittura di Evver che riesce a cogliere con sorprendente freschezza quanto di profondamente, veracemente, malinconicamente umano vi sia nel fatto che in quel futuro Piero poi non poté entrare, perché fermato da precocissima morte.

Evver trasforma un maestro del moderno in un mito popolare, nel protagonista di una narrazione condotta sul filo dell’assurdo, con figure irreali e un segno così leggero che potrebbe spezzarsi ogni momento (un po’ come si è spezzato il filo della vita di Manzoni, a nemmeno trent’anni), scrive Elena Pontiggia nel bel testo che apre il catalogo della mostra: mostra il cui carattere più inatteso sta proprio nel mito popolare che queste opere riescono a suscitare con mezzi espressivi miserabili se non addirittura infimi.

dal 4 al 27 ottobre a Villa Rossa, via IV novembre, 30 Soncino

inaugurazione venerdì 4 ottobre alle ore 18

orari di apertura: sabato e domenica dalle ore 15 alle 19

Incontri gratuiti sulle tecniche e le strategie migliori per promuoversi sul territorio
15 - 22 OTTOBRE 15 NOVEMBRE 2019
Incontri gratuiti sulle tecniche e le strategie migliori per promuoversi sul territorio
TRA CHIARO E SCURO
05 ottobre - 27 ottobre 2019
TRA CHIARO E SCURO

Olivia Pegoraro – “Tra chiaro e scuro” - dal 5 al 27 ottobre 2019 -
Mostra di Incisioni

Il Museo della Stampa - Centro Studi Stampatori Ebrei Soncino ospita la mostra personale dell'artista Olivia Pegoraro dal titolo Tra chiaro e scuro.

 Inaugurazione: Sabato 5 ottobre alle ore 17.30. Presenta Marco Gobbato.

 Il percorso artistico di Olivia Pegoraro si incentra sulla riflessione intorno all’individuo e, in particolare, al volto. Al volto Olivia ha dedicato la quasi totalità della propria produzione degli ultimi dieci anni che, in modo significativamente rappresentativo, viene esposta in questa sede.

è un viaggio dentro l’individuo, dentro le sue suggestioni e le sue emozioni, ma è anche un percorso nella grafica, che Olivia Pegoraro riesce a mettere al servizio della rappresentazione. Il segno e la tecnica non sono fini a se stessi, ma costituiscono un mezzo per far emergere la dimensione interiore, nel loro alternarsi di chiari e di scuri, di ruvidità e di morbidezze, di pieni e di vuoti, quasi che il soggetto nascesse muto e solo con il segno riuscisse ad esprimersi.

Dimensione emotiva e dimensione grafica costituiscono, dunque, un tutt’uno inscindibile. E come il sentimento investe l’uomo con nitidezza, ma nel contempo si arricchisce di sfumature e di incertezze, così il segno, con l’uso della tecnica, viene declinato nelle sue molteplici sfaccettature.                                                                                                                               

Marco Gobbato

 

 

Tecla Gaio - Lo sposalizio della Vergine e altri versi
6 Ottobre 2019
Tecla Gaio - Lo sposalizio della Vergine e altri versi

Domenica 6 ottobre sarà presentata da Gilberto Lonardi dell'Università di Verona presso il Museo della Stampa di Soncino la raccolta della poetessa gardesana Tecla Gaio, Lo sposalizio della Vergine, Manni Editore, 2018, dopo la presentazione avvenuta presso la Libreria Feltrinelli di Verona.  Con questa terza raccolta, Tecla Gaio offre ai lettori il lavoro nascosto e privatissimo di un lungo periodo. La sua  poesia vuole essere  "la  metafora di un viaggio irrinunciabile e continuo, una forma anche psichica della cura di sé, che avviene nell’esperienza dello spazio del profondo e che la stanzialità non può eludere.  

Scrive nella Prefazione Gilberto Lonardi: “Immagini del Kòsmos è, per l'autrice, il giardino. L'amato asilo che circonda la propria casa. Anche, magari, quando lo sconvolge la tempesta. Il giardino, lungo il libro, diventa sfondo, quinta dell'anima che cerca stabilità e quiete. Anche se restano alcune bellezze donate per sempre dalla vita vagabonda. Il Kòsmos è la meta che non in un altrove, ma anzitutto nel qui, offre la vita” (Quarta di copertina).

Tecla Gaio è nata  a Desenzano del Garda dove vive e lavora come dirigente scolastico.
Si è laureata in Lettere a Verona con una tesi su Andrea Zanzotto e sulla poesia dell'autore ha pubblicato tre studi critici.
Ha condotto un dottorato in Letteratura comparata presso la City University of New York, si è occupata dell’insegnamento di Lingua e letteratura italiana presso le Università di Amman e di Pechino per conto del Ministero degli Affari esteri. Ha pubblicato con circolazione ristretta agli amici  Grandangolo, Verona, Cierre Grafica, 2003 e  Porto San Felice, Verona, Novastampa, 2004.

 

 

 

EZZELINO DA ROMANO - Il tiranno entrato nel Mito
29 Settembre 2019
EZZELINO DA ROMANO - Il tiranno entrato nel Mito

Domenica 29 Settembre 2019 - Soncino (CR)

L’associazione Pro loco, in occasione del 760° Anniversario della sua morte, organizza un’intera giornata dedicata a Ezzelino III da Romano.

 

Ezzelino è un personaggio ormai ben conosciuto, attorno alla sua figura circolano da secoli numerose leggende, alimentate, perlopiù, dalla scarsa conoscenza del personaggio storico.

Ezzelino il terribile, il feroce, Ezzelino il sanguinario, Ezzelino il folle.

Con questa giornata l’Associazione Pro loco vuol dare un’ immagine diversa, rinnovata di Ezzelino e  per farlo ha pensato di dare vita ad una serie di eventi collegati tra loro.

In programma, nell’ordine, una conferenza storica, la sfilata degli sbandieratori di Romano d’Ezzelino e uno spettacolo teatrale.

 Il primo appuntamento sarà Domenica 27 Settembre alle ore 10, nella Sala Consiliare del Comune di Soncino con il Convegno “Ezzelino da Romano, il tiranno entrato nel mito”, inizierà il Prof. Giovanni Marcadella che presenterà l’intervento “La cultura nella Marca Trevigiana di Ezzelino: Alcune osservazioni”, la parola passerà poi al Prof. Giorgio Cracco che affronterà l’argomento “Il mito di Ezzelino secondo Dante” e si concluderà con “L’orgoglio smemorato” del Prof. Ermete Rossi.

 Alle ore 16, invece, si assisterà alla sfilata e all’esibizione degli Sbandieratori e Musici degli Ezzelini, gruppo di Romano d’Ezzelino, che animeranno e coloreranno le vie del Borgo con i loro stendardi.

La giornata si concluderà alle ore 18.00, nell’Area Castelgiardino, dietro alla Rocca Sforzesca, con lo spettacolo teatrale “Requiem per Ezzelino”, ideato dalla Compagnia MalaRazza Teatro, con Lorenzo Samanni, Regista e Attore, Nicola Pignoli, Marco Ravelli, Vera Rossini, Claudia Locatelli, Emanuele Gusmaroli e Claudia Zecchini, Attori.
Tra rievocazione storica, leggenda e fantasia, l’avvincente storia di uno dei più importanti protagonisti dell’epoca medievale.

 Sarà un’occasione per scoprire una pagina di storia importante del nostro territorio e della nostra cultura.

Tutti gli eventi saranno a ingresso gratuito.

Aderisce all'iniziativa la Pro loco di Romano d’Ezzelino, la manifestazione ha ricevuto il Patrocinio della Regione Lombardia, del Comune di Soncino e del Comune di Romano d’Ezzelino.

 

 

Unghioni Santa Maria delle Grazie
28 Settembre 2019
Unghioni Santa Maria delle Grazie
X BIENNALE DI SONCINO A MARCO
24 Agosto 29 Settembre 2019
X BIENNALE DI SONCINO A MARCO

X Biennale di Soncino, a Marco
Mostra Internazionale di Arte Contemporanea

L'esposizione internazionale di arte contemporanea aprirà al pubblico Sabato 24 Agosto alle ore 17.30 con una cerimonia di inaugurazione, e rimarrà aperta fino a Domenica 29 Settembre.

Arrivata quest'anno alla sua decima edizione, la Biennale è un progetto di grande risonanza unico nel suo genere non essendo vincolato da un tema specifico.
Quest'anno sono stati coinvolti pittori, grafici, fotografi, scultori e videomaker provenienti da Italia, Argentina, Australia, Cile, Colombia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Messico, Slovacchia, USA, tutti impegnati nella ricerca di nuovi linguaggi artistici.

In occasione di questa X edizione, la Fondazione Piero Manzoni ha prestato, per l'intera durata della mostra, la celebre opera dell'artista Piero Manzoni, nato a Soncino, dal titolo 'Merda d'artista'.

Le opere degli 81 artisti saranno visibili nella Rocca Sforzesca, nell'Ex Filanda Meroni (spazio espositivo dedicato all'opera di Piero Manzoni) e al Museo della Stampa, per poi diramarsi all'interno del borgo, nelle attività commerciali e in palazzi storici di Soncino (proprietà private che apriranno le porte al pubblico per l'esposizione).